Guida per principianti VPN – Domande fondamentali da porre prima di ottenere una VPN

Benvenuto in Virtual Private Network (VPN) 101. Come breve introduzione, ho usato le VPN per un tempo relativamente breve – in realtà meno di un anno. Tuttavia, prima di allora, ero già stato seduto sul recinto per un bel po ‘.


Per più di due anni, mi sono venute in mente molte domande, alcune delle quali hanno sollevato ancora più domande. Il primo ostacolo da superare è stato all’inizio:

Che cos’è una VPN?

Una VPN collega il tuo PC, Mac, Tablet o altro dispositivo a Internet tramite un altro computer. Ti stai collegando a Internet tramite la connessione Internet di un altro computer, anziché direttamente tramite la tua. A parte questo, la VPN crittografa anche i dati che invii, in modo che siano protetti.

Perché dovrei aver bisogno di una VPN?

Le VPN mascherano la tua posizione

Nella sua forma più semplice, una VPN offre agli utenti un modo per connettersi a Internet in modo sicuro e privato. Collegandosi a un servizio VPN prima di essere indirizzato all’indirizzo Internet a cui ti stai dirigendo, la tua posizione è nota solo al provider VPN.

Vediamo a cosa serve questo:

  1. Accesso al contenuto
    La maggior parte delle VPN ha diverse posizioni tra cui puoi scegliere di mostrare la tua posizione, in modo da aiutarti a aggirare le restrizioni geografiche in alcuni casi. Alcuni fornitori di servizi su Internet limitano le cose da determinate posizioni. Prendiamo ad esempio Netflix, che ha film diversi per diverse zone geografiche.

    Naturalmente, ti aiuta anche a spostarti censura dei contenuti in vari paesi (il cui elenco è in crescita).

  2. vita privata
    Se ti sei mai chiesto quali siano i governi o gli ISP (Internet Service Provider) che ficcano il naso su tutto ciò che stavi facendo online, allora una VPN è assolutamente per te. Lo sapevi che in molti paesi, il tuo L’ISP può vendere la cronologia di navigazione alle agenzie di marketing e pubblicità? E che se richiesto da molti governi, sono legalmente tenuti a consegnarli registri della tua attività online?

Come funziona una VPN?

Come funziona la VPN

* Questo è un diagramma di base di come va il flusso di dati se utilizzi una VPN. L’immagine proviene da ExpressVPN, ma tutte le connessioni VPN a rimbalzo singolo funzionano allo stesso modo.

In una normale connessione Internet, quando si tenta di accedere a un sito Web su Internet, il computer inoltra la richiesta attraverso il server del proprio ISP, che quindi si collega al sito Web. In una connessione VPN, ti connetti direttamente al server VPN, ignorando il server del tuo ISP.

Se in precedenza hai sentito parlare di un firewall, la VPN agisce in modo simile, proteggendo e proteggendo la tua connessione Internet tramite server privati ​​e flussi di dati crittografati.

L’uso di una VPN manterrà le mie informazioni al sicuro?

Uno degli elementi chiave di una VPN che la rende così desiderabile è la sicurezza. In una connessione VPN, tutti i dati inviati e ricevuti sono crittografati. Quindi, se qualcuno provasse a intercettare i dati che stai inviando, quella crittografia ti terrebbe al sicuro (o almeno, più sicura che se fosse trasmessa senza crittografia).

Considerare questi scenari; Stai effettuando acquisti online e stai per effettuare un acquisto: potrebbe essere necessario che i dati della tua carta di credito siano passati al commerciante. Sei in un bar e stai provando ad accedere al tuo account di posta elettronica: la tua password dovrà essere inviata al tuo server di posta elettronica per la verifica. Questi sono solo due semplici casi in cui una VPN può proteggere te e i tuoi dati.

Sono davvero irrintracciabile con una VPN?

Un indirizzo IP VPN e il traffico crittografato da soli non sono sufficienti per rimanere non rintracciabili. È vero, ti rende più difficile rintracciare, ma per qualcuno con le giuste competenze tecniche, ci possono essere modi per aggirare questo.

Il tuo indirizzo IP non è l’unica cosa che ti identifica online. In effetti, ci sono stati anche casi in cui le VPN sono state conosciute perdere indirizzi IP effettivi.

Altri metodi di tracciamento includono doxing, uso di malware, semplice negligenza e altro ancora.

Direi che quanto anonimo e irrintracciabile vorresti essere (o quanto sei paranoico) influenzerebbe l’esatta combinazione di servizi che usi insieme.

Ad esempio, potresti utilizzare una VPN combinata con un browser anonimo come TOR, oltre a un programma di sicurezza Internet, nonché esercitare un po ‘di energia cerebrale in ciò che fai online, soprattutto in termini di condivisione delle informazioni.

Quindi, la risposta breve qui sarebbe no, non sei del tutto irrintracciabile.

In che modo le VPN proteggono le tue informazioni

1. Crittografia

Quando sei connesso a un servizio VPN, tutto il tuo traffico Internet e le comunicazioni passano attraverso un tunnel sicuro. Questo è ciò che mantiene le tue informazioni private e sicure.

Ogni VPN utilizza vari protocolli per questo che hanno diversi livelli di sicurezza. Ecco alcuni esempi;

  • Internet Protocol Security (IPSec)
    IPSec autentica la sessione Internet e crittografa i dati durante la connessione. Ha due modalità, Trasporto e Tunneling, quindi i dati sono al sicuro durante il trasferimento tra reti diverse. IPSec può essere combinato con altri protocolli di sicurezza per rendere le sessioni ancora più sicure.
  • Protocollo di tunneling di livello 2 (L2TP)
    L2TP è uno degli altri protocolli che possono essere utilizzati con IPSec. Crea un tunnel tra due punti in cui IPSec gestisce la crittografia dei dati passati tra di loro.
  • Protocollo di tunneling punto-punto (PPTP)
    PPTP è un protocollo all-in-one che crea sia il tunnel che crittografa i dati. È molto comunemente usato e supportato, anche su sistemi Mac e Linux.

2. Nessuna politica di registrazione

Questo è qualcosa che deve essere preso in considerazione, poiché non tutte le VPN non hanno una politica di registrazione. I registri sono file di cronologia che registrano la cronologia del tuo traffico Internet. Se i registri non vengono conservati, ovviamente il fornitore di servizi VPN non può venderlo o consegnarlo a nessun governo o autorità di contrasto, giusto?

Se una VPN non ha una politica di non registrazione, questo viene spesso indicato chiaramente sul proprio sito Web. Prendiamo ad esempio PureVPN, uno tra i tanti che non tengono registri.

servizio VPN senza registrazione

Come usare una VPN?

La maggior parte delle VPN avrà i propri processi, ma la teoria di base è che si installa il software VPN su un dispositivo (come router, PC o smartphone). La configurazione potrebbe essere semplice come inserire il nome utente e la password VPN all’avvio del software, ma ci sono alcune VPN che offrono più opzioni.

Ciò potrebbe comportare la selezione del protocollo di sicurezza che desideri utilizzare o la scelta manuale della posizione del server a cui preferisci connetterti.

Su quali dispositivi funziona una VPN?

Esistono tre categorie principali di elementi su cui le VPN di solito possono funzionare (a seconda del fornitore di servizi): desktop / laptop, smartphone / tablet e router. Più specificamente, di solito funzionano su piattaforme che offrono Windows, Mac OS, iOS, Android e Linux (la maggior parte dei router sono basati su Linux).

Si noti che non tutti i router supportano l’uso di VPN. Se stai utilizzando uno dei marchi e dei modelli migliori e popolari, è probabile che tu possa utilizzare una VPN, ma sarebbe meglio verificare con il produttore o semplicemente picchettare un forum e chiedere. Uso un TP-Link Archer C7.

pagina di configurazione di expressvpn

* La VPN di solito ha una guida che puoi seguire per aiutarti a configurare su più dispositivi

So che ci sono alcuni siti là fuori che diranno che hai bisogno di firmware personalizzato come DD-WRT o Pomodoro, ma semplicemente non è vero. Tuttavia, se il tuo router NON supporta in modo nativo una VPN, il flashing su uno di questi potrebbe aiutarti.

Segue di nuovo la nota cautelativa: anche se stai usando una VPN sul tuo telefono cellulare, ci sono molte app mobili (che potresti aver installato) che hanno molte più informazioni del tuo indirizzo IP. Ricordi quelle fastidiose autorizzazioni che hai dovuto concedere durante l’installazione? Bene, questo significa che anche con la VPN, i tuoi dati possono ancora essere inviati agli sviluppatori di tali app.

Quanto è difficile per me usare?

In parole povere; non proprio. Quasi tutti i provider VPN hanno tutorial dettagliati su come configurare le loro applicazioni su più dispositivi. Ne ho esaminati un bel numero e alcuni addirittura sono arrivati ​​al punto di avere video passo-passo su come impostare.

Dai un’occhiata alla pagina Come configurare ExpressVPN come esempio.

expressvpn vpn steup con istruzioni

La maggior parte dei provider VPN avrà qualcosa di simile con istruzioni estremamente dettagliate. In effetti, alcuni sono così facili da configurare che tutto ciò che devi fare dopo aver installato l’app è inserire il tuo nome utente e password, quindi selezionare un server e il gioco è fatto.

Una VPN rallenterà la mia connessione Internet?

La risposta a questo sarebbe forse. A causa della natura del servizio, di solito si verifica un leggero rallentamento. Tuttavia, con quasi tutti i servizi VPN affidabili, questo rallentamento spesso non sarebbe evidente.

Tuttavia, se il tuo ISP riduce le velocità di Internet a volte per qualsiasi motivo, l’utilizzo di una VPN potrebbe migliorare le tue velocità. Molti provider VPN di livello superiore dispongono di reti eccellenti che utilizzano provider di larghezza di banda di livello 1.

Come regola generale, qualsiasi calo di velocità che si nota sarebbe leggermente più grande quanto più lontano è il server a cui si sceglie di connettersi.

Nota tecnica sulla velocità

L’hardware gioca un ruolo cruciale nella velocità di connessione. Quando VPN crittografa i tuoi dati, il processo richiede molta potenza di elaborazione. Ogni dispositivo ha un microprocessore nel cuore che influenza la velocità con cui il dispositivo fa le cose. Questa velocità è valutata in gigahertz (GHz).

Maggiore è il GHz, più veloce è la crittografia e quindi maggiore velocità di connessione.

Il router medio varia nella velocità del processore da 800 MHz a 1,2 GHz (anche se ci sono modelli di fascia alta che valutano 1,8 GHz o più). Il laptop medio funziona da circa 1,6 GHz a 2,2 GHz, mentre il PC medio funziona tra 2,6 e 3,4 GHz.

Velocità di connessione VPN

Quando si esegue un servizio VPN su un router con un processore valutato a 1 GHz, la velocità della linea VPN viene notevolmente ridotta. Secondo il supporto tecnico TorGuard che ho consultato, la velocità massima che posso ottenere tramite una distribuzione del router qui è di circa 17 Mbps. Eseguire la stessa VPN su un laptop a 1,8 GHz ti darà una velocità di circa 150 Mbps.

Il punto qui è che ci sono molte parti mobili per le prestazioni di una VPN, quindi per godere dei massimi benefici di una connessione VPN veloce, anche la tua attrezzatura è integrale.

Come scegliere il giusto provider VPN?

provider VPN

Ci sono letteralmente dozzine (centinaia se contate meno provider) di servizi VPN disponibili. Alcuni di loro sono provider VPN tradizionali specializzati in questo, ma oggi ci sono anche molte compagnie di sicurezza su Internet come F-Secure, Kaspersky e Avira che si sono diramate nel gioco VPN.

Quindi, con questo, come hai intenzione di scegliere quello giusto, dal momento che è probabile che verrai bombardato quotidianamente con “Offerte VPN” dopo aver digitato quel termine di ricerca su Google? Trovare la VPN giusta per TE, si riduce a pochi elementi chiave:

1. Costo contro sicurezza

Questa è l’antica clausola “non puoi avere tutto”. Più costa, migliore è la probabilità che il servizio sia. Non SEMPRE, ma come regola generale. La maggior parte dei provider di VPN può farti pagare qualche soldo al mese, ma se sei DAVVERO paranoico sulla tua privacy e sicurezza, stai davvero per cavalcare un po ‘di più per la tranquillità? Scegli l’equilibrio che si adatta al tuo stato d’animo, tenendo chiaro a te stesso i tuoi principali obiettivi di abbonamento a un servizio VPN.

2. Conserva i registri?

Questo è molto importante. Indipendentemente dal budget o dallo scopo, un provider VPN che conserva i registri è solo un’enorme lattina di worm in attesa di essere aperti. E sai cosa succede quando si apre quella lattina. Il solo fatto di avere i registri richiede solo problemi: i fornitori di servizi sono noti per essere stati sottoposti a pressioni governative molte volte prima. Scegli un provider che è molto severo su una politica senza registri.

3. Numero e posizione dei server

Questo è più applicabile alle persone che utilizzano VPN per aggirare le restrizioni geografiche. Ad esempio, se desideri accedere ai contenuti Netflix dalla regione degli Stati Uniti, avrai bisogno di un … server degli Stati Uniti sulla tua VPN! Più posizioni del server ha un provider, più opzioni hai. Maggiore è il numero dei loro server, maggiore è la probabilità che la connessione sia fluida e veloce.

4. Quanto costa per quante connessioni

La famiglia media di oggi è impazzita per i dispositivi. Immagina anche solo una coppia, ognuno con un laptop, un tablet e uno smartphone: sei dispositivi sotto lo stesso tetto. Assicurati che il numero di connessioni con cui il provider VPN ti iscrivi sia adatto al tuo stile di vita.

5. Perdite IP

Questo è un problema che è diventato sempre più alla ribalta negli ultimi tempi. Apparentemente, alcuni provider VPN hanno avuto lievi problemi tecnici e gli IP reali dei loro clienti perdevano, il che significa che stavano pagando per un servizio che non funzionava. Per ovviare a questo problema, molte VPN offrono un periodo di prova a cui puoi iscriverti. Assicurati di controllare bene la tua connessione durante quel periodo di prova, e se il tuo IP perde, sai bene cosa fare – ESEGUI.

6. Interfaccia utente

Ho discusso se aggiungere o meno questo articolo, ma alla fine il mio disturbo ossessivo compulsivo mi ha superato. Alcune VPN hanno interfacce così scadenti che ci sono semplicemente fantastiche da usare. Solo … dai un’occhiata prima di concederti quel piano scontato di tre anni, ok?

Come faccio a sapere se la mia VPN è buona?

I servizi VPN ovviamente basano le loro vendite sulla privacy e sulla sicurezza. Quindi, come fai a sapere se quello per cui hai optato si sta comportando come dovrebbe? Sai se il tuo IP è protetto? Che dire di quelle perdite di cui hai sentito parlare?

Queste preoccupazioni sono talvolta dovute a quelle che definirei “funzionalità non funzionanti” in alcuni provider VPN. Ciò significa che non funzionano come pubblicizzato, il che significa che la tua identità potrebbe essere a rischio.

Ecco alcuni semplici tess che possono aiutarti.

  • Visitare IPLeak e leggi le informazioni che ti vengono presentate lì. Se la tua VPN funziona come dovrebbe, guarderai le informazioni del server VPN anziché le tue informazioni reali. DNSLeakTest puoi anche fare qualcosa di simile se desideri un’alternativa.
  • Per testare la tua velocità VPN, visita Test di velocità o TestmyNet ed eseguire i test lì. Puoi eseguirli prima e dopo la connessione al tuo server VPN per testare la differenza di velocità e latenza.

testare la velocità VPN

* SpeedTest mostrerà la velocità di upload e download, nonché la latenza al server più vicino.

Esistono ovviamente test più avanzati che potresti eseguire, ma quelli sono un po ‘più dettagliati da includere.

Anche se sei soddisfatto del servizio VPN che stai utilizzando, eseguire i test di volta in volta è una buona idea, anche solo per garantire la tua tranquillità.

Le VPN sono legali?

Questa potrebbe sembrare una domanda strana che alcuni potrebbero porre, dato che ci sono così tanti provider VPN in giro, ma ricorda che Internet non ha un solo governo che la controlla. Tuttavia, TU sei limitato dalle leggi del paese in cui risiedi, quindi assicurati che una VPN sia legale nel tuo paese prima di acquistare un abbonamento.

Prima di deridere, lascia che ti dica che ci sono alcuni paesi molto tesi là fuori. Prendiamo ad esempio gli Emirati Arabi Uniti (EAU). Essere scoperti utilizzando un servizio VPN negli Emirati Arabi Uniti può farti pagare una multa enorme tra $ 100k $ e $ 500k.

Non sorprende, Anche la Cina ha recentemente approvato la regolamentazione che consente solo l’uso di servizi VPN approvati dal governo. Presumibilmente, si tratta di “regolare le VPN che conducono illegalmente attività operative transfrontaliere”, ma come tutti sappiamo, è solo un’altra estensione del Grande Firewall della Cina.

E infine – Se stai pensando di utilizzare una VPN solo per aggirare un firewall di censura nel tuo posto di lavoro o a scuola – potresti essere licenziato o espulso (a seconda della tua posizione). Kapish?

Perché le VPN sono illegali in alcuni luoghi?

Dipende davvero, ma per la maggior parte, i paesi che vietano le VPN tendono ad avere un controllo più rigoroso sulla vita dei loro cittadini. Vietando le VPN, sono più facilmente in grado di monitorare tutti i movimenti online che i loro cittadini fanno.

Ecco alcuni dei motivi principali;

  • Ragioni morali (ad es. Singapore)
  • Stabilità politica (ad es. Giordania, Libia)
  • Sicurezza nazionale (ad es. India, Russia)
  • Tutto quanto sopra (ad es. Corea del Nord, Cina)

Il mio servizio VPN può essere bloccato?

Alcuni paesi molto tesi sulla loro censura su Internet sono andati al punto da bloccare i servizi VPN. Sebbene non possano decodificare i dati, il blocco VPN in quei paesi ha dimostrato di aver bloccato correttamente l’accesso VPN interrompendo l’accesso alle porte normalmente utilizzate dai protocolli VPN comuni.

Prendiamo ad esempio il Great Firewall of China, che è una piccola parte degli sforzi globali del Paese per mantenere la sicurezza pubblica attraverso un attento monitoraggio dei sistemi di informazione.

Posso fare il torrent con una VPN?

La condivisione di file peer-to-peer o il torrenting non sono illegali, ma è noto che alzano flag poiché lo stato dei file condivisi non è sempre noto. Ad esempio, la condivisione di determinati file video potrebbe violare Digital Millennium Copyright Act. È noto che alcuni software protetti da copyright hanno versioni piratate diffuse tramite Torrenting.

Tuttavia, è noto che il torrent consuma un’elevata larghezza di banda, quindi ci sono alcuni provider VPN che non consentiranno il torrenting sui loro servizi o avranno restrizioni di larghezza di banda in atto per quegli scenari.

Se stai cercando un servizio VPN compatibile con torrent, assicurati che sia esplicitamente indicato anche sui loro siti.

Ecco alcune VPN compatibili con torrent:

Che cos’è un “kill switch”?

La maggior parte delle persone utilizza le VPN per garantire la propria privacy, il che è più importante per loro. Ecco perché molti servizi VPN hanno introdotto il concetto di “kill switch”. Questi sono pensati per aiutarti a interrompere immediatamente la connessione se il tuo servizio al server VPN viene interrotto per qualsiasi motivo.

Ciò consente di evitare che l’IP effettivo venga esposto mentre il servizio VPN non è disponibile.

Naturalmente, se preferisci che la connessione rimanga attiva invece di cadere, in molti casi puoi semplicemente scegliere di disattivare il kill switch.

L’uso di una VPN influirà sui miei giochi online?

I giocatori sono spesso molto critici nell’introdurre nuovi elementi nelle loro reti poiché temono sempre che l’aggiunta possa causare ulteriore latenza. La latenza è un killer per i giochi online e ho visto personalmente i giocatori urlare contro i monitor quando affrontano un tempo di ping insolitamente lungo.

Alcuni hanno esaminato le VPN in modo critico, dal momento che si chiedono com’è possibile che l’aggiunta di un ulteriore livello tra loro e il server di gioco possa ridurre la loro latenza. Ricorda, puoi scegliere a quale server della tua VPN desideri connetterti.

Collegandoti alla posizione del server più vicina al tuo server di gioco, è probabile che vedrai tempi di ping migliorati.

A parte questo, più posizioni dei server significa anche che sarai in grado di giocare con server di paesi / regioni che normalmente non saresti in grado di.

Posso usare una VPN gratuita?

Esistono alcuni servizi VPN gratuiti da utilizzare là fuori, alcuni dei quali gestiti da società di sicurezza Internet in buona fede come Kaspersky. Tuttavia, ci sono spesso lievi problemi tecnici quando si considerano questi.

  1. Molte VPN gratuite offrono una larghezza di banda limitata
  2. Di solito ci sono posizioni e / o server molto limitati disponibili
  3. La sicurezza dei tuoi dati potrebbe essere discutibile
  4. La qualità del servizio può essere discutibile
  5. Di solito ci sono restrizioni in atto

Considera questo:

I fornitori di servizi gratuiti devono guadagnare entrate da QUALCUNO e queste società gestiscono i tuoi dati.

Quanto costerebbe un servizio VPN?

Escludendo i fornitori di servizi VPN gratuiti, probabilmente puoi aspettarti di pagare ovunque tra $ 2- $ 10 al mese, a seconda di vari fattori. Le caratteristiche del piano e i periodi di pagamento spesso incidono sul prezzo. Più lungo è il periodo in cui scegli di pagare in anticipo, più basso sarà il prezzo.

Prendi il caso di NordVPN, i cui prezzi dipendono da quanto tempo scegli. Pagando mensilmente, il prezzo è di $ 11,95, ma se paghi annualmente, il prezzo scende a $ 5,74 al mese. Optando per il piano triennale si scende fino a $ 2,75 al mese, il che è un prezzo eccellente.

prezzo nordvpn

Valuta i vantaggi di essere legato a un servizio per due o tre anni rispetto al risparmio che otterrai rispetto al pagamento mensile. Esattamente a che punto il punto debole dipende dalle preferenze individuali di tutti.

Posso pagare senza carta di credito?

Le carte di credito rendono la nostra vita digitale così semplice, poiché sono un mezzo sicuro per trasferire pagamenti ai venditori. Tuttavia, quando si tratta di servizi VPN, può sembrare un po ‘strano pagare l’anonimato utilizzando un metodo che è sicuro di identificarti.

Per fortuna, alcuni fornitori di servizi hanno iniziato ad accettare Bitcoin o altre criptovalute come pagamento. Per sapere se il fornitore di servizi per cui stai optando accetta Bitcoin, controlla il segno Bitcoin nella pagina dei metodi di pagamento accettati sul sito della VPN.

più opzioni di pagamento

Naturalmente, se opti per il metodo di pagamento Bitcoin, non vi è alcun rinnovo automatico e dovrai passare attraverso il processo di pagamento ogni volta che rinnovi il servizio.

In conclusione: dovrei davvero prenderne uno?

Il mondo digitale di oggi è pieno di pericoli. Tra lo snooping del governo agli hacker e i truffatori, mantenere nascosta la tua attività digitale dovrebbe essere una norma e non una considerazione. Ciò è particolarmente vero per le reti pubbliche – come la banda GSM o LTE del tuo gestore di telefonia mobile – quindi sii intelligente e usa una VPN.

Vorrei condividere con te uno scenario molto semplice di un’esperienza personale che ho avuto prima di acquistare la storia della VPN. Ero seduto in un bar con questa ragazza dopo un evento e stavamo parlando della sicurezza online. Mi ha sorpreso quando ha detto che ha usato una VPN anche sul suo telefono cellulare, quindi le ho chiesto se la sua sicurezza era davvero a rischio.

Mi ha mostrato l’app sul suo telefono che mostrava un registro di oltre 30 tentativi di intercettazione solo quel giorno da solo e mi ha spiegato che il numero è aumentato o diminuito a seconda di dove si trovava. Ora è semplicemente spaventoso.

Se stai pensando di aggiungere una VPN al tuo elenco di strumenti di sicurezza, ti consiglio vivamente di farlo. In caso contrario, ti consiglio vivamente di farlo. Come il recente Attacco di Krack ci ha mostrato, un servizio VPN è una necessità al giorno d’oggi. Stai al sicuro e non avere rimpianti.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map